Mese: Luglio 2020

Sbattitore elettrico, come dev’essere: identikit del modello perfetto

Perché si può aver bisogno di uno sbattitore elettrico? Principalmente per due buoni motivi. Il primo è che mixare a mano pastelle e altri amalgami è un lavoraccio, che costa tempo e sudore impegnando mani e braccia fino allo sfinimento. Il secondo è che a volte bisogna liberare il composto da grumi di farina o altri ingredienti, cosa che non sempre riesce bene manualmente. Se, invece, si usa uno sbattitore elettrico si avranno molti vantaggi, primo fra tutti ottenere un risultato migliore in meno tempo e senza fatica. Ciò spiega la bontà di questo piccolo investimento in cucina, fra l’altro esiguo, che porterà vantaggi tangibili sul menù di casa. Non ci credete? Provate a vedere cosa propone il mercato sul portale specializzato http://guidasbattitoreelettrico.it.

Lo sbattitore elettrico è un piccolo elettrodomestico che sostituisce le mani ogni volta che c’è da

{ Comments are closed }

Pedane vibranti: info e caratteristiche dei modelli LifePro

 

Perdere peso e migliorare la propria circolazione sanguigna si può senza sudare né andare in palestra. Oggi è possibile con le nuove pedane vibranti, che esercitano oscillazioni sussultorie o basculanti in grado di agire sui muscoli e sulle masse adipose portando benefici al fisico con un esercizio costante e intensivo. Fra i modelli più performanti si segnalano le pedane vibranti LifePro, macchine in grado di migliorare la propria forma fisica con sistemi flessibili e meccanismi idonei non soltanto a bruciare i grassi e a perdere peso, ma anche a migliorare la circolazione del sangue. Questi apparecchi offrono diverse impostazioni di velocità, da 1 a 99 e possono essere personalizzate in base alle esigenze soggettive. L’utilizzo è dei più semplici, in ogni caso nel dubbio si può ricorrere alle istruzioni dell’eBook fornito nel kit d’acquisto dove è chiarito ogni aspetto

{ Comments are closed }

Piastre elettriche ‘low cost’: migliori modelli, info e prezzi

 

Economiche e funzionali, le piastre elettriche sono una valida soluzione alternativa ai fornelli, soprattutto in piccoli appartamenti o case vacanza. Cuociono al pari dei normali piani cottura, soprattutto se dispongono di più fuochi e si rendono adatte per ogni tipo di piatto e preparazione. In commercio si trovano, fra le tante, anche piastre super convenienti, acquistabili per poche decine di euro. Vediamo, allora, cosa propone il mercato in fatto di piastre elettriche ‘low cost’.

Fra le proposte più interessanti, non possiamo non citare i modelli Aicok, un tipo di piastra a induzione per cucinare di tutto, che pur nella sua economicità non rinuncia a un’eccellente qualità di base. Parliamo di una piastra a un solo fuoco che vale doppio, se si pensa che vanta un wattaggio di 2000 watt e una temperatura selezionabile in dieci diverse gradazioni, da 60

{ Comments are closed }

Cuscini per allattamento, forme e funzioni

 

Perché usare un cuscino per l’allattamento? Questo prodotto non è un obbligo, ma una scelta facoltativa ed efficace che contribuisce al sostegno di mamma e bebè molto più di un normale guanciale. Infatti, il suo esclusivo design rende questo tipo di cuscino molto più funzionale per il benessere di entrambi. A volte, quando una mamma che ha partorito da poco e magari ha subito un taglio cesareo deve allattare il suo cucciolo non sempre trova la posizione più comoda. In certi casi, questo può diventare un problema, ma con i nuovi cuscini per allattamento si può rimediare, perché questi articoli aiutano a trovare una postura comoda e confortevole sia alla mamma che al bambino. Niente a che fare con i normali guanciali, questi articoli sono concepiti, in quanto a consistenza e morfologia, per dare sollievo a entrambi nel momento

{ Comments are closed }

Scarpiere, come regolarsi con le misure

 

In genere, le scarpiere occupano più o meno lo stesso spazio di cassapanche e comò e data la forma di mobile d’arredo possono essere utilizzate anche per contenere altri oggetti. Per scegliere la dimensione giusta basta calcolare, a occhio e croce, quante paia di scarpe possono contenere, per il resto ci si può sbizzarrire nella scelta del modello e del design, orientandosi su scarpiere montabili della serie ‘fai da te’ trovabili nei megastore del bricolage e hobbistica, quali Ikea e Brico, oppure preferire un mobile in stile, un pezzo unico per intenderci. Una volta scelta la scarpiera, si pone il dilemma di dove posizionarla. Intanto, c’è da vedere se serve soltanto una persona, in tal caso potrà essere collocata nella sua camera, o un intero nucleo familiare, quindi dovrà essere sistemata nella zona living, in un ripostiglio o in

{ Comments are closed }