La Oldanswering Machine è un pezzo di storia in sé. È l’idea di un uomo chiamato Samuel Simon, che negli anni 1890 avviò una fonderia di metallo a Sheffield, Yorkshire, Inghilterra. Nel corso della sua vita questa piccola fabbrica si è rivelata una delle aziende più innovative e conosciute al mondo per quanto riguarda la lavorazione del metallo, oltre che un grande produttore di bellissimi orologi. Molte delle sue macchine sono ancora in funzione oggi, e infatti una di esse, la Oldanswering I, è ora in fase di restauro da parte del governo britannico.

La Oldanswering Machine è conosciuta come tale perché è un pezzo di macchinario molto interessante, in primo luogo. Questa particolare macchina è stata progettata per stampare “crittografie” nell’ottone. Questo viene fatto utilizzando un tipo speciale di inchiostro che è fatto dall’argento. Esso viene poi immerso nella piastra di ottone che è stata incisa. In alcuni casi l’intero disegno del pezzo di ottone può essere inciso su questo singolo colpo del rullo di inchiostro.

Questo fu un grande progresso nel campo dell’incisione, e all’epoca era abbastanza rivoluzionario, in quanto significava che un orologio poteva essere inciso semplicemente premendo un pulsante piuttosto che intagliando effettivamente un disegno.

Per maggiori informazioni sull’argomento potete visitare il seguente sito internet.

Ovviamente, ci sarebbe voluto molto più tempo, oltre ad essere più difficile, ma i risultati erano comunque fantastici. Dopo che Simon lasciò questa azienda, suo figlio ne prese il posto e l’azienda divenne nota per i suoi orologi che furono fatti ancora più belli da questo figlio. Oggi, questi famosi vecchi orologi vengono ancora prodotti, e alcuni collezionisti specializzati acquistano solo autentici Oldanswering Machine. Se si desidera un vero esemplare funzionante, è necessario fare molta attenzione quando si acquistano oggetti d’antiquariato di questo tipo.